Home » Alluvione Marche, lavori attesi da 30 anni. La tragedia si poteva evitare

Alluvione Marche, lavori attesi da 30 anni. La tragedia si poteva evitare

Alluvione Marche, lavori attesi da 30 anni. La tragedia si poteva evitare. Sotto accusa i mancati lavori sugli argini del fiume

Attesi da 30 anni i lavori “urgenti e prioritari” sull’argine del fiume Misa, che lo scorso 15 settembre, a causa di un violento e imprevisto temporale, è esondato in più punti, inondando la zona e provocando 11 morti e danni ingenti.

Già nel 2004 Senigallia aveva subito un’altra alluvione. Allora era premier Matteo Renzi, il quale aveva dichiarato che c’erano i soldi per fare la cassa di espansione, un’opera che avrebbe permesso di ridurre la portata di piena del fiume. Sabato scorso ha dichiarato: “Trovo incredibile che questa opera non sia stata fatta per ritardi burocratici”.

Leggi anche: MALTEMPO, STRADE ALLAGATE E ALBERI ABBATTUTI NEL BARESE

Oltre a questo episodio, si ricordano altri lavori banditi, ma poi mai realizzati per intoppi burocratici, i quali avrebbero potuto evitare la tragedia. Intanto, la Procura di Ancona ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per omicidio colposo plurimo e inondazione colposa.

I carabinieri hanno prelevato della documentazione in Regione e domenica prossima sono in programma sopralluoghi nelle aree colpite. I filoni di indagine sono due: uno riguarda l’allertamento della popolazione, che non c’è stato perché i bollettini meteo non segnalavano livelli di precipitazioni preoccupanti. L’altro riguarda l’accertamento di eventuali responsabilità e negligenze negli interventi di manutenzione sui corsi d’acqua.

Fonte immagine: https://twitter.com/N_Tomassetti/status/1570877612117065728/photo/1

Amalia Vingione

Amalia Vingione è laureata in Lettere Moderne presso l’Università Federico II di Napoli e presso lo stesso Ateneo consegue la laurea specialistica in Filologia Moderna con indirizzo in Italianistica. Consegue un Master in Editoria e Comunicazione presso il Centro di Formazione Comunika di Roma. Attualmente lavora come Editor, Copywriter per diverse Case editrici e Giornali e si occupa di Comunicazione per enti e associazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto