Home » Iannone: “Quando ho scoperto del Doping pensavo di essere in un film”

Iannone: “Quando ho scoperto del Doping pensavo di essere in un film”

«Giulia De Lellis? È un rapporto che mi dà serenità»

Andrea Iannone parla per la prima volta da quando il 17 dicembre ha ricevuto la notifica di sospensione per presunto doping dopo il controllo durante il GP della Malesia.

Il primo e unico controllo dell’anno, come ha spiegato il pilota Aprilia durante un’intervista rilasciata a “Gazzetta Dello Sport“, è avvenuto proprio dopo la gara in Asia e anche per questo è stata una sorpresa la comunicazione della preventiva sospensione da qualsiasi gara.

Pensavo di stare in un film di cui sono protagonista involontario: per essere uno sportivo che ha fatto tanti sacrifici è un trauma.

In questi giorni, intanto si stanno svolgendo le controanalisi, per verificare se era effettiva o meno la presenza al Drostanolone, uno steroide androgeno, anabolizzante.

https://www.instagram.com/p/B6LLkF3huuQ/

Iannone assicura di avere la coscienza pulita e di non aver dato troppo peso a nessuno dei commenti poco carini ricevuti sui social in questo arco di tempo.

Andrea vorrebbe essere ricordato come una persona di cuore e onesta e ringrazia tutto il team Aprilia per il sostegno di questi mesi, “come una famiglia”.

Intanto su Giulia De Lellis spiega:

È un rapporto che mi dò serenità: viviamo insieme mi sta vicino e sa quel è la mia vita.

Leggi anche: Caso Iannone, Aprilia: “Supportiamo Andrea perchè non abbiamo mai dubitato”

 

admindaily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto