Home » “Il Re” la serie prison drama italiana con Luca Zingaretti

“Il Re” la serie prison drama italiana con Luca Zingaretti

Oltre l’attore svelato oggi il resto del cast

Ph. Credit Gianmarco Chieregato

Battuto il primo ciak della nuova serie Sky Original “Il Re”, di cui vengono comunicati anche i nuovi ingressi nel cast che vanno ad affiancare Luca Zingaretti .

L’attore è stato già annunciato nei panni di Bruno Testori, protagonista assoluto del primo prison drama italiano le cui riprese andranno avanti fra Roma, Civitavecchia, Torino e Trieste.

Prodotto da Lorenzo Mieli e The Apartment con Wildside, entrambe società del gruppo Fremantle, Il Re, in otto episodi diretti da Giuseppe Gagliardi, vede Zingaretti in un ruolo lontanissimo da quelli svolti in passato.

Sarà infatti un controverso direttore di un carcere di frontiera, sovrano assoluto di una struttura, il San Michele, in cui nessuna delle leggi dello Stato ha valore, perché il bene e il male dipendono unicamente dal suo giudizio.

Leggi anche: Luca Zingaretti, risveglio con rose rosse e un biglietto d’auguri | Video

Nel cast Isabella Ragonese (Lei mi parla ancora, Rocco Schiavone, Il padre d’Italia), nei panni di un’agente della polizia carceraria del San Michele, Anna Bonaiuto (Loro, Napoli velata, Mio fratello è figlio unico), che interpreterà il pubblico ministero che indagherà sulla rete di illeciti e connivenze che fanno capo a Testori, e Barbora Bobulova (Scialla!, Cuori puri, Cuore sacro), che nella serie sarà l’ex moglie del personaggio interpretato da Zingaretti.

SINOSSI

Il San Michele è un carcere di frontiera dove Bruno Testori, il Direttore, esercita la sua personale idea di giustizia, il suo quarto grado di giudizio, al di sopra della legge dei tribunali e dei codici di procedura penale.

Perché dietro ogni detenuto c’è una storia, una vita deragliata: e anche se fuori dal carcere la prima a essere andata fuori dai binari è proprio la sua, dentro il San Michele Bruno è un sovrano assoluto. Spietato con chi lo merita, e inaspettatamente misericordioso con altri, sempre seguendo i principi della propria distorta e oscura morale.

Ma quando il regno rischia di crollare, minacciato da un pericolo imminente, Bruno si troverà a combattere la guerra più difficile.

 

admindaily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto