Home » Harry e Meghan, Caprarica dice la sua: “Parallelismo con Diana? I casi sono diversi”

Harry e Meghan, Caprarica dice la sua: “Parallelismo con Diana? I casi sono diversi”

Lo storico inviato Rai da Londra ha parlato dell’intervista dell’ex coppia reale

Antonio Caprarica per anni (prima di chiudere in maniera burrascosa con la Rai) è stato inviato a Londra per raccontare le vicende reali e gli intrighi di corte. Chi meglio di lui, quindi, potrebbe dare un punto di vista sulla vicenda e sull’intervista di Harry e Meghna? Il giornalista è stato raggiunto da “Rolling Stone” e ha dato la sua visione delle cose.

Come molti, infatti, Caprarica non vede Meghan come vittima o come una nuova Diana, le vicende, spiega sono sideralmente diverse.

Il punto vero dello speciale sulla CBS è questo e si basa sull’imitazione, persino nei dettagli, della famosa intervista di Diana a Panorama nel 1995. Meghan davanti alle telecamere con gli occhi cerchiati pesantemente dall’eyeliner nero, che parla delle tentazioni suicide come Diana dopo la prima gravidanza, quando si gettò dalle scale per richiamare su di sé l’attenzione. E con Harry che dice «temo che la storia si ripeta». Sì, vero. Ma forse, come diceva il vecchio Marx: «La prima volta come tragedia e la seconda come farsa.

Secondo Caparica, inoltre, Harry ne esce sconfitto visto che almeno da quanto emerso ha rovinato il rapporto con il padre mentre è ancora in ballo quello con William. Il giornalista sostiene anche come l’ex attrice voglia cavalcare il movimento “Black Lives Matter”.

Meghan, dice, potrebbe anche benissimo pensare in futuro a una carriera politica ecco perché si starebbe facendo portavoce dei diritti dei più deboli.

Leggi anche: Harry e Meghan: la regina Elisabetta rompe il silenzio

Sulla questione razzismo: “Sono dirompenti, perché l’Inghilterra è un Paese multiculturale in cui le minoranze rappresentano il 13% della popolazione, quindi la Corona non può apparire in nessun modo afflitta da giudizi razziali.

E poi non bisogna dimenticare che i Windsor sono alla testa del Commonwealth, che è una organizzazione composta da 54 Paesi di cui i tre quarti non sono bianchi. Direi che per ora l’unica che vince su tutti i fronti è Oprah, visto che incassa milioni di dollari e si dimostra l’intervistatrice in grado di far parlare il diavolo e fargli dire ciò che vuole lei”.

 

admindaily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto