Home » Zielinski in uscita: due top club su di lui

Zielinski in uscita: due top club su di lui

Piotr Zielinski è il nome più caldo delle ultime ore in casa Napoli. Il trequartista polacco è nel mirino di diversi club europei come: Bayern Monaco e West Ham. Al Bayern Monaco non dispiacerebbe averlo a disposizione e sul piatto ci sarebbero 20 milioni per convincere il Napoli a lasciarlo partire. La richiesta però è di almeno 40, quindi c’è bisogno di un rilancio da parte dei tedeschi per concretizzare eventualmente la trattativa. Il West Ham fa sul serio per il polacco. Dopo l’inziale offerta da 25 milioni più bonus, gli Hammers si sono spinti fino a 36 milioni, vicinissimi ai 40 che chiede il Napoli. Come si legge sulle pagine del Corriere dello Sport Zielinski però non è convinto: soltanto un ingaggio monstre, molto superiore ai 4 milioni di stipendio azzurro, potrebbero farlo tentennare seriamente.

Chi sarà il sostituto di Zielinski

Negli ultimi giorni si è parlato moltissimo di Barak del Verona come sostituto principale di Zielinski. L’offerta fatta dal Napoli agli scaligeri è di 14 milioni di euro più bonus e contratto triennale per il giocatore. Per formalizzare l’acquisto, però, è necessaria la cessione di almeno uno tra Fabian e Zielinski. E bene precisare che l’operazione Barak è indipendente da quella di Simeone, che aspetta solo la cessione di Andrea Petagna per approdare all’ombra del Vesuvio. Un altro nome caldo per sostituire Zielinski è quello di Giacomo Raspadori del Sassuolo. L’attaccante del Sassuolo, tra i più ‘sottopagati’ della Serie A tra i giocatori che attualmente militano in Nazionale, avrebbe dato il suo assenso al trasferimento in maglia azzurra. Secondo quanto riferito dalla redazione di Radio Marte, il presidente Aurelio De Laurentiis avrebbe puntato con decisione il calciatore italiano, al quale assicurerebbe il triplo dell’ingaggio oggi percepito in Emilia Romagna: da 700 mila euro, lo porterebbe ad oltre 2 milioni di euro netti a stagione. Al Sassuolo invece si sta trattando per una cifra intorno ai 25 milioni di euro.

Antonio Cacciapuoti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto