Home » CasaGIN, il brand Made in Italy di abbigliamento ecosostenibile

CasaGIN, il brand Made in Italy di abbigliamento ecosostenibile

CasaGIN è l’azienda made in Italy di abbigliamento naturale ed ecosostenibile. Premiata dal MIT di Boston come una delle startup innovative nel 2019

Sempre di più il mondo della moda sta prestando attenzione e sensibilità a temi riguardanti la sostenibilità ambientale, questo perché da parte del consumatore c’è una maggiore consapevolezza e richiesta di prodotti sostenibili, influenzandone le scelte.

In quest’ottica, che pone le sue basi nell’oggi, ma che guarda fortemente ad un futuro prossimo, si instaura il delicato lavoro di CasaGIN, il brand made in Italy di abbigliamento ecosostenibile.

Team CasaGIN

CasaGIN è un’azienda che ha a cuore non solo all’ambiente ma anche la persona e questa attenzione è espressa attraverso un lifestyle 100% green e l’utilizzo di tessuti innovativi con un’esteticità performante. CasaGIN propone linee di underwear, loungewear e activewear completamente sostenibili realizzate in fibre vegetali biodegradabili.

“Vogliamo essere un’azienda – spiega Matteo Donolato, responsabile Marketing di CasaGIN – sempre più attenta ai bisogni e alle necessità di chi ricerca uno stile di vita sano e consapevole: il nostro obiettivo è portare la sostenibilità a portata di chiunque e vogliamo che sempre più persone abbraccino questa filosofia. Desideriamo far capire ai nostri clienti che indossare un capo di qualità significa benessere per il proprio corpo. Vogliamo che capiscano l’importanza del made in Italy e vogliamo migliorare il contesto territoriale supportando le aziende locali”.

CasaGIN inizia a nascere nel 2017, quando la fondatrice, Daniela Prandin, ha l’intuizione di dar vita un brand in grado di trasmettere benessere sia per il corpo che per la Terra. Dopo diversi viaggi tra Cina, India e Stati Uniti per studio e per lavoro, seguendo piccole e grandi realtà operanti nel mondo della moda anche sostenibile, si fa strada l’idea di creare un brand in grado di unire l’ecosostenibilità all’eticità del lavoro.

Il nome del brand racchiude tutto ciò: Casa sottolinea lo stato d’animo che l’azienda vuole trasmettere a tutti coloro che entrano a far parte della sua comunità grazie al calore e al benessere trasmessi dai capi proposti. GIN, invece, è l’acronimo di tre aggettivi che rispecchiano l’essenza più intima del brand: genuino, innovativo e naturale.

Il brand nasce con una collezione di intimo realizzato con tessuti naturali. Dopo la creazione dell’underwear, il brand ha creato una linea di T-shirt in cotone organico certificato GOTS e una linea di T-shirt, sempre in cotone organico, grazie alle quali il 10% del ricavato viene devoluto al WWF per i progetti di salvaguardia del Koala, dell’Orso Polare e della Balena. Con tessuti ricavati dalla fibra di faggio come il tessuto TENCEL™ Modal o dalla fibra di eucalipto come il TENCEL™ Lyocell fino al cotone organico completamente filato in Italia, CasaGIN si conferma un vero e proprio laboratorio di innovazione nel panorama nazionale.

A tutto questo si aggiunge, per la creazione dell’intimo e di una parte della linea costumi, il nylon rigenerato ECONYL®, materiale infinitamente riciclabile che deriva dal recupero di reti da pesca abbandonate negli oceani di tutto il mondo, da scarti di tessuto da mulini e tappeti destinati alla discarica.

Grazie all’utilizzo di materiali naturali e di recupero, CasaGIN è riuscita a portare avanti la sua green mission risparmiando energia. Infatti, solo nel 2020 sono stati risparmiati 1900 kg di co2 e 10 milioni di litri d’acqua e sono stati conservati 21 mila metri quadri di terreno.

Le collezioni sono made in Italy con la collaborazione di laboratori localizzati nel nord Italia e specializzati nelle fasi di filatura, tessitura, tintura e confezionamento. L’obiettivo, infatti, è lavorare solo con fornitori certificati e affidabili che dimostrano di avere la stessa visione orientata ad etica e sostenibilità, puntando a rendere la catena di approvvigionamento dei capi il più trasparente possibile e cercare di perseguire uno scopo più ampio come sostenere l’economia locale, creando una solida rete di imprese.

admindaily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto