Home » Roberto Mancini: “Ho vissuto male il lockdown”

Roberto Mancini: “Ho vissuto male il lockdown”

“La ripresa sarà problematica per tutti”

Roberto Mancini, allenatore della Nazionale italiana di Calcio avrebbe dovuto essere impegnato, proprio in questi giorni, con gli Europei di Calcio rimandati, a causa del Covid – 19, al 2021.

Il tecnico, invece, nella giornata del 14 giugno, ha preso parte alla prima puntata del programma di Rai Uno, condotto da Carlo Conti, “Top Dieci” dove ha parlato dei prossimi impegni sportivi ma anche del suo passato da calciatore.

Già nei giorni precedenti, durante un webinar moderato da un giornalista Rai si era raccontato, spiegando a cuore aperto di non aver vissuto bene il lockdown:

Ho vissuto male il lockdown, spero che non si ripeta più una situazione del genere – e poi – la ripresa sarà problematica per tutti, soprattutto per gli allenatori che dovranno gestire partire ogni tre giorni. In tal senso, le cinque sostituzioni potranno essere di grande aiuto.

Da Carlo Conti ha parlato anche di Nazionale: “Credo che anche l’anno prossimo faremo una bella figura. Speriamo con gli stadi pieni, anche prima…”. Attualmente, infatti, il Calcio è in ripresa, ma si gioca ancora a porte chiuse.

Sempre nel corso della trasmissione ha parlato di una classifica degli allenatori da lui più amati.

Prendo Tarcisio Burgnich, che mi lanciò in Serie A quando ero ragazzino; poi c’è Vujadin Boskov, che venne alla Sampdoria in un momento abbastanza difficile per me, e riuscimmo a vincere il campionato. Al primo posto metto Sven-Goran Eriksson, per me più un fratello che un allenatore. Sono allenatori completamente diversi, di epoche differenti; ho preso molto da loro.

https://www.instagram.com/p/CAZ29WxAvV0/

 

admindaily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto