Home » Colapesce-Dimartino: “Musica leggerissima” vince il Sanremo delle radio (Video)

Colapesce-Dimartino: “Musica leggerissima” vince il Sanremo delle radio (Video)

“Musica leggerissima” è la prima canzone nella classifica radio

“Metti un po’ di musica leggera perché ho voglia di niente, anzi leggerissima…dalla prima all’ultima nota, la canzone di Colapesce e Dimartino “Musica leggerissima” mette energia pura e se a Sanremo si è classificata al quarto posto, è la prima canzone nella classifica radio.

“Musica leggerissima è al numero uno anche della classifica radio. Dedichiamo questo primo posto alla musica libera e coraggiosa e a tutte le maestranze della musica che in questo momento sono senza lavoro.” è questa la dedica di Colapesce e Di Martino sul loro profilo Instagram.

La canzone dei due cantautori siciliani è la più amata in radio ma è anche prima nella Top 50 di Spotify.  Seguono sul podio delle prime dieci canzoni “Right Now” di Sophie and the Giants e “Fireworks” di Purple Disco Machine feat. Moss Kena & The Knocks con “Hypnotize”. Delle canzoni sanremesi invece presenti in classifica ci sono “Chiamami col tuo nome”, brano di Francesca Michielin e Fedez che si trova in settima posizione, mentre in nona c’è “Cuore amaro” di Gaia e in decima posizione “Glicine” di Noemi. Mentre la canzone vincitrice del Festival di Sanremo “Zitti e buoni” dei Maneskin si trova all’undicesimo posto.

https://www.youtube.com/watch?v=aJtZj-MK23Y

Una canzone “leggerissima” che racchiude un significato profondo quale il problema della depressione, che si cela nelle parole “buco nero che sta ad un passo da noi”.

“Una cosa che non volevamo fare era un disco sul lockdown, però in qualche modo racconta uno stato d’animo, qualcosa che la pandemia ha scatenato, la depressione. Questa canzone è venuta anche da un confronto con persone che hanno affrontato questo periodo manifestando questo disturbo” – avevano spiegato i due artisti a ‘Fanpage’.

Il testo

Se fosse un’orchestra a parlare per noi
Sarebbe più facile cantarsi un addio
Diventare adulti sarebbe un crescendo
Di violini e guai
I tamburi annunciano un temporale
Il maestro è andato via
Metti un po’ di musica leggera
Perché ho voglia di niente
Anzi leggerissima
Parole senza mistero
Allegre ma non troppo
Metti un po’ di musica leggera
Nel silenzio assordante
Per non cadere dentro al buco nero
Che sta ad un passo da noi, da noi
Più o meno

admindaily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto