Home » Cristiana Girelli, chi è la calciatrice della Nazionale ospite di Sanremo

Cristiana Girelli, chi è la calciatrice della Nazionale ospite di Sanremo

La giocatrice è in forza alla Juventus Women

Il Festival di Sanremo 2021 è all’insegna dello sport: ieri sera, era sì assente Zlatan Ibrahimovic, ma sono comunque saliti sul palco due atleti.

Prima Alex Schwazer con il suo racconto e poi Cristiana Girelli. La calciatrice, azzurra della Nazionale con cui ha da poco conquistato la qualificazione agli Europei del prossimo anno gioca attualmente alla Juventus Women.

La presenza sul palco è nata da una richiesta, accolta benevolmente, da parte del C.T della Nazionale Milena Bertolini che aveva chiesto di dare spazio a Sanremo alle sue azzurre.

Detto fatto, il conduttore non se l’è fatto ripetere: peccato solo che le sia stato dato uno spazio in tarda serata quando molti probabilmente avevano già terminato la visione (visto l’orario).

Nata a Brescia nel 1990 è una delle attaccanti di riferimento della Juve e della Nazionale: ha iniziato la carriera all’ASD Rigamonti Nuvolera per poi trasferirsi a 14 anni nel Bardolino Verona formazione con cui debutta in Serie A.

In carriere tanti trofei, con il Bardolino ha portato a casa 4 scudetti, 3 Supercoppe e 3 Coppe Italia: dal 2018 gioca alla Juve sua squadra del cuore ed è in Nazionale dal 2013, ha partecipato anche ai Mondiali del 2019.

Sul palco dell’Ariston ha parlato proprio del movimento: “Il seguito è importante, a noi fa piacere. Dal Mondiale qualcosa è cambiato. Cosa è successo? Siamo un gruppo forte e unito che ha superato tanti ostacoli. Siamo andate in Francia per fare qualcosa di importante e mandare un messaggio socio-culturale. Non c’è solo una Nazionale da tifare. Io ho iniziato quando avevo 6 anni al Nuvolera, mio padre era presidente. Non sapevo neanche che le ragazze giocassero a calcio. Sono molto orgogliosa che ora le bambine sognino di indossare la maglia della Juve… Anche se so che sei interista! È davvero un sogno. Sono diventata centravanti grazie ai miei allenatori. Mi mancano 300 gol per arrivare a quelli che ha fatto Ibrahimovic che so essere qui da voi!”.

 

admindaily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto