Home » Obama a “Che tempo che Fa”: tra aneddoti privati e momenti da presidente

Obama a “Che tempo che Fa”: tra aneddoti privati e momenti da presidente

L’ex presidente USA è stato intervistato da Fabio Fazio

Colpaccio in Rai: mentre su Canale 5 andava in scena il solito teatrino con personaggi del mondo dello spettacolo e del gossip su Rai 3,  “Che Tempo Che Fa” ospitava in esclusiva l’ex presidente USA Barack Obama.

Perché se è vero che i programmi basati su rumors e ammettiamolo anche sul trash vanno non è detto che il pubblico non possa o meglio non debba essere educato ad argomenti più elevanti.

Fabio Fazio, visibilmente contento ma soprattutto emozionato, ha intervistato così l’ex Presidente parlando anche del suo libro.

Unica nota negativa, per molti utenti, il traduttore simultaneo, non tanto per il traduttore la cui bravura non era in discussione, quanto per il fatto che non si sia mai sentita, a parte un “Ciao Fabio” iniziale, la voce dell’ex POTUS.

Leggi anche: Colpo “Che Tempo Che Fa”: arriva Barack Obama

Tanti i temi toccati: Obama racconta anche di come sia stato vivere alla Casa Bianca e di quando la moglie Michelle cambiò gli arredamenti per far pesare meno la situazione alle figlie.

Michelle ha voluto cambiare l’arredamento delle camere delle bambine perché non voleva che avessero la sensazione di dormire in un museo, voleva che potessero appendere i poster delle loro popstar e degli attori preferiti, che si sentissero normali.

Tra i momenti più difficili vissuti sotto la sua presidenza ricorda la guerra in Siria: “La primavera araba era una promessa che lì è diventata una guerra civile, che ha portato all’intervento di russi e iraniani. Ho cercato di prendere una serie di decisioni per migliorare la situazione senza invadere un altro Paese del Medio Oriente, cosa che ritenevo controproducente”.

E poi alle fine tra le “cose” da lui preferite parla di libri, di basket e naturalmente delle sue figlie che definisce come ancora più in gamba di lui.

admindaily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna in alto